HOME
DISCOGRAFIA
NEWS
CONCERTI
GALLERY
VIDEO
PRESS
CONTATTI
LINK
CERCA
Aggiungi la pagina a Blinklist Aggiungi la pagina a Del.icoi.us Aggiungi la pagina a Digg Aggiungi la pagina a Facebook Aggiungi la pagina a Furl Aggiungi la pagina a Google Aggiungi la pagina a Ma.Gnolia Aggiungi la pagina a Newsvine Aggiungi la pagina a Reddit Aggiungi la pagina a StumbleUpon Aggiungi la pagina a Technorati Aggiungi la pagina a Yahoo

Marco Sanchioni

 

Dolcemente gridando sul mondo

itunes

SCARICA "DOLCEMENTE GRIDANDO SUL MONDO" DA iTUNES

 

DISTRIBUITO DA
GT MUSIC DISTRIBUTION

 

 

10 anni dopo

itunes

SCARICA "10 ANNI DOPO" DA iTUNES

 

Mite

itunes

SCARICA "MITE" DA iTUNES

 

 

 

 

 

marco sanchioniMARCO SANCHIONI nasce a Fano (PU) il 27/01/1969. Nel 1986 fonda gli A number two, band ispirata dall’indie-rock americano e inglese di quegli anni. Nel 1987 la band pubblica un primo demotape intitolato “Kelly with the green neck”. Un anno dopo registra un altro demo di quattro brani dal titolo “Her name is…” che darà modo al gruppo di ottenere un contratto dall’ etichetta indipendente di Roma High Rise, con cui pubblicherà il mini album “It rain again on the rising sun”. Nel 1991 Marco decide di lasciare il gruppo e l’anno seguente pubblica il suo primo demo solista in italiano “La fretta di vivere”. Nel ’94 conosce gli Ossi di Urbino, una bizzarra band di folk irlandese, dove per circa un paio d’anni giocherà il ruolo di percussionista. Lasciato il gruppo Marco rientra in studio per registrare il suo secondo demo solista “Tanto impazziti da sembrar normali”, a cui farà seguito un altro demo di sei pezzi l’anno seguente. Nel frattempo ottiene la possibilità di comparire con due brani su una compilazione curata da Federico Guglielmi del Mucchio Selvaggio chiamata Rock d’autore /Vol. 1 (Larione 10/Sony). Nell’estate del 2000 Marco decide di rientrare in studio per registrare il suo primo CD, trovando la collaborazione di Franco Caforio, ex Litfiba ed attuale batterista di Piero Pelù. L’album, pubblicato in co-produzione con la PMA records, s’intitola “Mite” dove le trame del rock si uniscono a quelle del cantautorato. Nel 2003 registra in casa su 4 piste un CD-demo di ventuno tracce dal titolo “Risorse umane”. Nel 2004 la sua cover del brano “Pale blue eyes” entra a far parte della compilazione in rete, scaricabile da musicboom.it, “Boomsongs for Velvet”, tributo a Velvet Underground e Lou Reed. La sua versione di “Non è Francesca” è stata inclusa nel cd-tributo dedicato a Lucio Battisti, allegato al numero di maggio ‘05 del “Mucchio Extra”.
In questi anni ha continuato a scrivere canzoni e fare concerti in tutt'Italia. Dal 2009 al 2011 ha adottato il nome MANCHILD, scegliendo poi di ritornare al suo nome originario pubblicando un nuovo CD nel 2012 intitolato "10 ANNI DOPO", di cui è anche produttore assieme ad Alessandro Castriota. Alcuni estratti sono stati trasmessi nella trasmissione di Rai Isoradio “La notte degli indipendenti”.
Nel dicembre 2014 è in uscita con il suo terzo album dal titolo “Dolcemente gridando sul mondo” che segna una ulteriore progressione nella sua attività compositiva, con varie influenze sonore che s’incrociano con liriche che delineano una interessante maturità espressiva.